lunedì, novembre 05, 2007

Juve-Inter o dell'essere gobbi oggi

Va be'. Son diventato gobbo - seriamente - per colpa di questo signore qui.
Mi son poi passati sotto gli occhi giocatori come Roberto Baggio, Zinedine Zidane e il primo Del Piero (che non era affatto male, un po' diverso da quello degli ultimi 7 anni).
Oggi aspettavo la partita con l'Inter come non mi accadeva da tempo.
Avrei voluto vedere i ragazzi in maglia bianconera vincere contro l'Inter.
L'avrei voluto fortissimamente.
Ben sapendo che non era facile. In questo momento, a voler essere realisti, e' impossibile.
E' impossibile per il divario tecnico, oggettivo, tra le due squadre.
Viene tristezza vedere nella formazione della Juve allo stesso tempo Grygera, Legrottaglie, Chiellini, Molinaro, Nocerino e Zanetti.
Cioe' dove ci son stati i Cabrini e gli Zambrotta, gli Scirea e i Thuram, i Tardelli e chi cazzo volete voi.
E poi fa tristezza vedere Pavel Nedved che arranca, che tira tre palle sugli spalti da trenta metri e che perde in velocita' la sfida con Figo per poi azzopparlo malamente.
Pero' la partita con l'Inter ha ribadito una cosa importante.
Che questa Juve lotta come una provinciale e fa bene perche' il materiale tecnico di cui dispone e' quello, piu tre eccellenze che sono Buffon, Camoranesi e Trezeguet.
Ma lotta e non molla come se fosse una Reggina qualsiasi.
E dopo quello che e' successo due anni fa non e' poco se ci pensate.
Quella e' stata una mazzata tremenda e giusta.
Ma dalla quale si rischiava di non rialzarsi per molto tempo.
Invece alla fine si e' vinto in B e siamo qui a sudare un posto in Champions da neopromossi.
Abbiamo pareggiato a Roma e Firenze e in casa con l'Inter.
Abbiamo perso a Napoli con un arbitro molto creativo e senza quello saremmo a pari punti con la Roma del calcio spettacolo e a tre dall'Inter squadrone imbattibile.
Stasera siamo stati anche fortunati, bisogna ammetterlo.
Pero' insomma siamo li' tra le prime quattro.
E se penso all'estate di due anni fa e a Nocerino e Legrottaglie mi sembra un miracolo.
Siamo all'opposizione, il potere e soldi sono altrove.
E tutto sommato, devo dire che non mi dispiace.

Aspettando un nuovo dieci che mi faccia innamorare di nuovo.
E vincere.
Onestamente (stavolta).

3 Comments:

Anonymous Milton Cobolli in pentola said...

No, la squadra della Fiat è all'opposizione tanto quanto lo è Montezemolo. Capisco che l'allure di squadra operaia fa figo, ma è un'illusione, brotha.

Stesso discorso per i petrolieri, ovvio.

(certo che se non vinciamo con le minori, lo scudetto quest'anno è duro)

;)

4:19 PM  
Anonymous Boda anti-gobbo said...

Complimenti all'analisi e allo stile (no juve, si achab)..

Touchè,

1:21 PM  
Anonymous Milton Ultras said...

Stile sicuramente migliore del messalino Nedved.

Touché anche Figo, 'coddio.

7:21 PM  

Posta un commento

<< Home