martedì, dicembre 04, 2007

dello squadrone o della squadra carroarmato

Da gobbo lo ammetto.
Trattasi dell'Internazionale.
Ieri ho avuto l'occasione di guardare la partita con la Fiorentina, a Firenze.
Fino al 30' del primo tempo molta Fiorentina e un'Inter cinica e spietata, anche un po' sparagnina.
Ma per i restanti 60 minuti una squadra devastante (con fuori Materazzi, Vieira, Stankovic, Figo e Crespo).
A mio parere non ce ne sara' ma proprio per nessuno.
E mi vedo gia' la Rometta del povero Spalletti con il suo modolo "a petting" (far girare la palla finche' la squadra piu' forte -Inter o Manchester, scegliete voi - non segna 3 o 4 o 7 gol) soccombere a San Siro al ritorno sotto una catasta di gol. Per non parlare della mia gobba, o del Milan. Faranno una brutta fine.
E il distacco sara' abissale, alla fine.
A differenza di tutte le altre l'Inter ha almeno un campione per reparto con la sola eccezione, forse, del portiere (che pero' dopo Buffon a mio avviso e' il migliore della serie A) che pero' fa sempre ripartire l'azione coi piedi da campione.
In questo momento Maicon, Cambiasso e Ibra non hanno rivali.
E attorno ci sono fior di giocatori, aspettando gli infortunati (da Chivu a Samuel, da Cruz a Dacourt).
Le altre di campioni ne hanno solo uno o anche due per reparto (il Milan con Pirlo e Kaka', ma davanti e dietro il vuoto; la gobba i soli Buffon e Trezeguet; la Roma il solo Totti; la Fiorentina forse Mutu).
Insomma vedere ieri Frey impallinato da tutte le posizioni sul 2 a 0 per l'Inter mi ha fatto una certa impressione. Come vedere le discese di Maicon-Suazo e Ibra; Donadel davanti a Cambiasso (veramente ovunque) faceva tenerezza.
Saranno mesi di sofferenza.
I gobbi saranno un po' interisti e magari ne perdiamo qualcuno per strada.
Tipo Lapo non sarebbe niente male, per esempio.

1 Comments:

Anonymous Milton Brera said...

Stai raggiungendo il Nirvana della critica calcistica. Quell'acme, dove il tifo diventa filosofia e buonsenso. E dove il cervello fa il corridoio con le strette di mano.

Lapo esce a calci in culo, ovviamente.

9:57 AM  

Posta un commento

<< Home