mercoledì, aprile 02, 2008

votare PD

conosco tutti i se e i ma.
in particolare mi fanno prudere le mani (e altro) i presunti ggiovani del PD messi in lista.
sembra che la classe politica cerchi i volti nuovi solo nel suo giardino (piuttosto malandato peraltro).
mi spiego. se andate a vedere i giovani sono figli di politici o sindacalisti, fidanzate di figli di politici e funzionari di stato, nipoti di ambasciatori, consiglieri e parassiti assortiti.
gente che insomma razzola in quello sgangherato e costosissimo giardino, bene o male.
se poi volete incaponirvi e vi andate a vedere le commissioni di studio allestite dal PD .... o i forum ... ehm un no comment ci sta tutto. Area "Politica dell'informazione" ... Marco Follini? Area "Comunicazione" ... Realacci? .... I membri del Comitato per nuovo codice etico?
Senza contare che si va votare con una pessima legge elettorale (grazie ai geni del centrodestra) e con un conflitto di interessi ancora latente. Entrambe le cose non si sono mai volute affrontare e pesano sulla vita democratica di un paese civile e moderno.
Sono 14 anni che si dibatte, si litiga e si propongono alternative per queste due cose e non ci sono solo stati governi di centro-destra. Una tristezza, insomma.
Siamo ancora qui con Vespa, Par Condicio, Rete4, Berlusconi, etc etc.

Una nota a margine la meriterebbero i candidati per gli italiani all'estero ma sarebbe troppo facile infierire.

Detto tutto questo (e ce ne sarebbero ancora), io ho gia' votato PD (per posta) e spero che il caso "Pizza" (mai nome fu piu' azzeccato) non ci faccia rimandare le elezioni. Che di figure di merda ne abbiamo fatte abbastanza ultimamente, anche se Milano ha vinto al fotofinish l'EXPO 2015 ... sulla terza citta' della Turchia.

Yes, we should

2 Comments:

Anonymous Milton Expo said...

C'è quello che dici tu, MA ANCHE tanto altro. Alfredo Reichlin alla Commissione dei Valori, una evidente portata innovativa che individua i nodi gordiani della crisi italica. Un melting pot culturale, che spiazza un vecchio marxiano come me, ma lo diverte. Il meglio, con un po' meno peggio, Ignazio Marino, Moni Ovadia, tanti giovani, entusiasmo. Spesso, su internet, un dibattito all'altezza, tanti segretari ventenni.
Insomma, una roba che può andare in tante direzioni, che per una volta non appaiono scontate.

Ma tanto il Caimano annuncerà la cordata Alitalia il giorno prima delle elezioni. E si resterà inchiodati alla sua bassezza, in un eterno, provinciale, presente grigio.

11:00 AM  
Blogger achab said...

I agree Milton.
il "MA ANCHE" e' quello che mi ha fatto gia' votare, salvandovi peraltro dall'ipotesi spostamento causa "Pizza".
Ti seguo -as usual- sul terreno del possibile, sperando sia meno scontato del solito.
Vorrei ritrovarmi spiazzato per una volta.

5:41 PM  

Posta un commento

<< Home