giovedì, febbraio 14, 2008

Padova, Italia e la lezione di New York

Oggi ho ricevuto una grande lezione di stile.
Da uno dei piu' grandi architetti viventi e lo dico senza esagerazione alcuna.
Intelligenza liquida e forza della ragione.
I verdetti sono da accettare sempre e rivelano un atteggiamento culturale.
Che e' da capire e poi da combattere alla prossima occasione.
Per questo ho rimosso i post precedenti sul Concorso Internazionale di Padova.
Troppo livorosi, troppo rancorosi.
Non bisogna scendere nella contesa all'italiana screditando il lavoro di altri come fa qualche famoso architetto presunto progressista sui giornali amici e chiedendo poi ai camerieri di turno di fare altrettanto.

Noi abbiamo stile, noi siamo diversi, noi siamo migliori.
E ne vedremo delle belle, presto.

3 Comments:

Anonymous dudevant said...

Chapeau..

10:15 PM  
Anonymous Milton Sepoffà said...

E' la prova che i germi del Veltronismo stanno facendo del bene, soprattutto mentale.

Non scherzo.

11:11 AM  
Anonymous Anonimo said...

... però sei ubriaco!!!

5:59 PM  

Posta un commento

<< Home